Login Pop-up

 
  • slide1
  • slide2
  • slide3
  • slide4
  • slide5
slide11 slide22 slide33 slide44 slide55

Hermosa Perfect Plus

15,40 €

Hermosa Perfect Plus

INTEGRATORE NATURALE QUALITA' ORO VENE VARICOSE -EMORROIDI SANGUINANTI - GAMBE STANCHE -CAPILLARI - NASO, VARICOCELE MICROCIRCOLO CEREBRALE OCCHI RETINA CATARATTA CRISTALLINO

 PRODOTTO NATURALE AD ALTO DOSAGGIO  PREVENZIONE TOTALE BELLEZZA GAMBE STANCHEZZA GAMBE   EMORROIDI  SANGINANTI ESTERNE ED INTERNE GOZZI DOLOROSI , VENE VARICOSE CAPILLARI GAMBE E NASO, STASI VENOSA ,  VARICOCELE ,  OCCHI , MICROCIRCOLO RETINICO,CATARATTA CRISTALLINO  ;   E' UN INTEGRATORE NUTRACEUTICO ALTA PREVENZIONE    . PERFETTO AL CAMBIO STAGIONE  A base di estratto mirtillo (anticianosidi al 15%), estratto di vitis vinifera (98% opcs), estratto di ippocastano (10% di escina), vitamine C ed A,  luteina,  resveratrolo,  zeaxtaxantina  . l'integrazione alimentare è d autilizzare in caso di carenze .

 PRODOTTO NATURALE   PROMO LANCIO  ORDINA ON LINE 

hanno detto di Hermosa Pefect Plus "il prodotto è quasi certamente il migliore del mercato" Prof.Mauro Miceli  Facoltà Medicina Firenze Farmacologo e Nutrizionista

12,50  % di sconto su Listino farmacie (euro 32,00) prezzo web 28,00   super promo lancio prova euro ordina subito on line Offerta valida fino al 30 aprile 2014 . POLITICA DELLA SODDISFAZIONE  - ORDINA -CON DUE CONFEZIONI CICLO LUNGO  spedizione gratuita

Consiglio dell'esperto :si abbina ottimamente alla Crema Gambe vai all'offerta:   http://www.biokiss.it/?zona=categorie&subzona=dettaglio&codice=offerta&tipo=fisico

IL NOSTRO SERVIZIO ESPERTI ON LINE SCRIVI DIRETTAMENTE 

CULTURA SUI PRINCIPI NATURALI 

VACCINUM MIRTILLUS (MIRTILLO Il mirtillo viene utilizzato in preparazioni di Estratto secco nebulizzato e titolato in antocianosidi totali espressi come antocianidine max. 36%.

Impieghi riconosciuti per la prevenzione Antiossidante, del Microcircolo - Retina e del Sistema Vascolare

Gli anticianosidi del mirtillo svolgono anche una azione di protezione sul sistema venoso generale e un'azione antiradicalitica favorendo una protezione contro la aterorosclerosi prodotta dalle placche di colesterolo LDL inibendone l'ossidazione . Il mirtillo ha anche un'azione antidiarroica e antisettica. L'azione antiradicalitica si svolge intorno a 60 minuti dall'assunzione e dopo sei ore è ancora su livelli significativi.

Uno studio clinico ha valutato l'effetto dell'estratto secco di mirtillo sui livelli plasmatici delle lipoproteine e sull'ossidazione delle LDL in soggetti apparentemente sani, che dovevano bere 7 ml/kg/die di succo di mirtillo La somministrazione del succo portava, dopo sole 2 settimane, ad un calo significativo delle LDL ossidate e ad un significativo aumento della capacità antiossidante plasmatica totale. Lo studio confermava che il succo di mirtillo riduce le LDL ossidate e migliora le difese antiossidanti totali nell'uomo.

Ruel G. et al. Changes in plasma antioxidant capacity and oxidized lowdensity Metabolism. 54(7):856-61, 2005.
Azione sull'Occhio e Retina

E' noto da tempo che gli estratti di mirtillo sono in grado di acuire la visione notturna. Infatti essi facilitano la rigenerazione della rodopsina, che è il pigmento retinico essenziale per la visione in condizioni di scarsa luminosità.

In particolare essi agiscono sull'enzima lattato-deidrogenasi retinica aumentandone l'attività e incrementando in tal modo la rigenerazione dei pigmenti retinici. Una delle cause principali della retinopatia diabetica è l'aumentata produzione di connettivo ; orbene gli antocianosidi possono essere utili per prevenire la retinopatia diabetica con dosi da 300-600 mg al giorno provocando una riduzione della sintesi del connettivo e del tessuto fibroso,

Studi clinici in doppio cieco verso il placebo hanno dimostrato che gli antocianosidi del Mirtillo riducono i danni al microcircolo retinico in modo statisticamente significativo in pazienti affetti da retinopatia ipertensiva e diabetica. Ricerche effettuate su soggetti adulti diabetici hanno dimostrato che la somministrazione per os di 600 mg/die di estratto secco di mirtillo provoca una significativa riduzione della sintesi del connettivo, in particolare sul collageno polimerico e sulle glicoproteine di struttura, evento considerato una delle cause principali della retinopatia diabetica: da questi risultati se ne deduce che gli antocianosidi trovano una giustificata utilità nella prevenzione della retinopatia diabetica.

Il Mirtillo svolge un' Azione Protettiva sui Vasi Venosi (Azione fleboprotettiva)

Gli antocianosidi presenti nel mirtillo, inibiscono alcuni enzimi proteolitici capaci di distruggere il collageno e il tessuto elastico, quali le elastasi e le collagenasi ; inoltre gli antocianosidi agiscono sulla membrana basale della parete dei vasi sanguigni, diminuendo il livello delle glicoproteine qui accumulate, e favorendo in tal modo la normalizzazione della resistenza e dell'elasticità della parete vasale

Forsch. Drug. Res. 41, 905-909, 1991.---
Azione sul sistema intestinale e urinario

Gli antocianosidi del mirtillo inibiscono l'adesione dei colibacilli alla parete dell'intestino e della vescica, mostrando un ruolo antidiarroico e disinfettante urinario. Vari sono i casi studio clinici sulle infezioni urinarie che impiegano ‘estratto secco di mirtillo titolato in antocianosidi. La dose di estratto secco usata testa è intorno ai 150 mg giorno.

AESCULUS IPPOCASTANUM (IPPOCASTANO)

Aesculus Ippocastanum è fleboprotettivo, antiossidante, antiradicalidico e contrasta la insufficienza venosa e ne regolarizza il tono. Migliora il drenaggio linfatico. Possiede proprietà antinfiammatorie, antiedematose e antiessudative. Migliora i sintomi di dolore, prurito, varici, ulcere, stanchezza.
Molto utile per il trattamento delle crisi emorroidarie svolge una ‘ azione protettiva sui vasi venosi riuscendo ad aumentare il tono la resistenza e l'elasticità dei capillari, in situazione di diminuita permeabilità.
La farmacopea ammette generalmente l' estratto titolato di escine al 16-20 %. L'escina è tradizionalmente utilizzata nel trattamento sintomatico dei disturbi funzionali della fragilità capillare cutanea, come le ecchimosi, le petecchie, l'insufficienza venosa e nella sintomatologia della crisi emorroidaleSvolge tre tipi di azione farmacodinamiche: )-anti-edematose, 2) attività antinfiammatorie,3) proprietà di rafforzamento del tono venoso).

L'effetto anti-edematoso è legato ad una permeabilità vascolare selettiva, che provoca un aumento del tono venoso e arterioso L'escina combatte la fragilità dei capillari e l'infiltrazione di liquido nell'interstizio tessutale che causa gli edemi. E' antinfiammatorio mediante la capacità di ridurre l'aderenza dei neutrofili all'endotelio, evitando così una nuova ipossia L'Azione flebo protettiva si esplica comunque nelle azioni antiedematosa e antiessudativa che sono legate ad un aumento del tono capillare, dovuto ad un incremento della contrazione della muscolatura liscia della tunica vascolare, e anche ad un aumento della resistenza e dell'elasticità dei capillari, con diminuzione della loro permeabilità.

È stata fatta una metanalisi dei lavori clinici controllati relativi all'azione fleboprotettiva dell'ippocastano. Tutti i lavori indicano un significativo miglioramento nella sintomatologia dei pazienti. Sei studi indicano un significativo calo del dolore e delle parestesie, cinque studi suggeriscono un certo calo nella circonferenza delle caviglie, uno studio ha paragonato l'effetto dell'estratto secco di ippocastano con quello delle calze contenitive. In tutti questi studi gli effetti collaterali sono stati rari e di lieve entità.

Pittler M.H. et al. Horse chestnut seed extract for chronic venous insufficiency (Cochrane Review). Cochrane Database Syst. Rev. 2002;(1):CD003230.

L'azione della escina è capace di regolarizzare il tono venoso in situazioni di permeabilità capillare e/o di sua incrementa fragilità. Wienert V. fficacy of aescin on the capillary fragility in men. Int. J. Angiol. 6, 115-117, 1997;

Studi in vivo hanno dimostrato l'efficacia dell'escina in applicazione topica nel trattamento dell'ematoma e dell'insufficienza venosa cronica -

È stato fatto una studio su 5000 pazienti affetti da insufficienza venosa cronica condotto da 800 medici di base. Ad ognuno dei soggetti selezionati è stato somministrato un estratto secco di ippocastano alla dose di 600 mg/die per os, ed essi sono stati regolarmente controllati ogni 30 giorni per 6 mesi. I sintomi presenti prima del trattamento quali sensazione di gambe pesanti, dolori in regione perimalleolare ed edema sono praticamente scomparsi o comunque molto ridotti al termine dello studio, come pure i sintomi obiettivi rilevabili dal medico.

Lo studio del 1999 a seguire ha inoltre dimostrato l'efficacia di una preparazione per uso topico di un gel contenente il 2% di escina in 6 settimane di trattamento la circonferenza delle caviglia è diminuita ha visto la diminuzione di 0,7 cm e l'intensità dei sintomi è crollata del 60%.

Altri studi clinici confermano che l'uso dell'Ippocastano nell'insufficienza venosa su un panel significativo complessivamente circa 6000 pazienti, indicano un significativo miglioramento nei sintomi fra i quali: 1) una diminuzione del dolore e dei formicolii alle gambe, 2) un calo nella circonferenza delle caviglie.

La dose per le applicazioni locali è indicata tra 1% e 2% per le sensazioni di affaticamento di origine venosa. Per il viso, si utilizzeranno concentrazioni inferiori.

L'effetto dell'estratto secco titolato di ippocastano paragonato con quello delle calze contenitive, riscontrando un effetto simile a quello di queste ultime dopo circa 6 mesi. In tutti questi studi gli effetti collaterali sono stati rari e di lieve entità. Gli effetti di una crema a base di escina complessata coi fosfolipidi sui livelli cutanei di radicali liberi indicano che una crema di questo tipo può proteggere la cute dai danni causati dai radicali liberi, tipico di pazienti con grave insufficienza venosa.

Effetti Collaterali

Vi possono essere alcuni effetti collaterali rilevabili in laboratorio su animali vivi : a) aumento della secrezione acida gastrica ; b) a concentrazioni elevate può causare fenomeni irritativi, non rilevabili però alle comuni dosi terapeutiche. Il polline dell'ippocastano ha un effetto allergizzante in bambini che vivono in aree urbane in coincidenza con la sua fioritura.

Non si conoscono interazioni con farmaci . Si ritiene controindicato in gravidanza, soprattutto nel primo trimestre in quanto può stimolare le contrazioni dell'utero. Non certamente consigliabile durante l'allattamento e nell'uso pediatrico.

CONTIUNUA SU :  http://www.biokiss.it/?zona=dands&subzona=nutraceutica

Le piante, gli estratti vegetali, i prodotti erboristici e gli integratori alimentari non sono medicinali ne prodotti curativi e pertanto ad essi non vengono riconosciute proprietà terapeutiche o capacità primarie di cura delle malattie umane. Le informazioni riportate in questa scheda prendono origine dalla letteratura tecnico scientifica e sono da utilizzare unicamente a scopo informativo e culturale, avendo solamente finalità di tipo documentativo e comunque salutistico e/o preventivo.
In ogni caso le informazioni qui riportate non devono servire per assumere decisioni in merito al proprio stato di salute o ad eventuali terapie mediche, ed in nessun caso sono da intendersi come sostitutive a cure mediche o all'assunzione di farmaci. Gli integratori non sostituiscono una dieta equilibrata ed uno stile di vita sano e controllato.
In caso di disturbi, patologie o allergie consultate sempre prima il vostro medico curante
Anche i nostri esperti sono a vostra disposizione .
 

1300 mg

Scroll to top